Me Before You (2016) - Book Vs Movie


Me Before You (2016)

directed by Thea Sharrock



I loved the novel by Jojo Moyes so much, it made me cry lakes and I wasn't expecting anything less from the movie!

It was realised on the 3rd of june in the USA but we had to wait until the 1st of September to watch it in the italian's theater.
With as our main characters the beautiful Emilia Clarke, mostly famous for showing quite a lot of her in the tv series Game Of Throne, and the amazing and brilliant Sam Claflin, who appeared in some of my favorite major productions, such as: Hunger Games, Love, Rosie, The Riot Club, and the mini tv series The Pillars Of The Earth, this movie with a great soundtrack (Not today by Imagine Dragons) had everything to be stellar.

The romantic drama adaptation of Jojo's Moyes Me Before You is directed by Thea Sharrock, who took a rather simple direction for the filming. The whole film has pretty standard techniques, not showing any particular kind of new takes, instead the transitions between one scene and another are quite harsh, apart from the last one where we have a fluid transition from Will's last scene to Lou in Paris. The use of the drooping leaf was poetic and romantic, really beautiful, it reminded me of the flying feather in Forrest Gump.
Regarding the plot the movie stayed pretty faithful to the book, there weren't any big changes, apart from having to cut a lot of scenes, for the obvious reason that is impossible to fit a whole book in a movie, so I'm going to be kind and forgive them. Also the characterization of our two characters was kept the same as in the book. Lou with her over-positive attitude about life, was portrayed quite well by Emilia Clarke, even though I think she exaggerated with the facial expressions, making Julia Roberts smile be put into shadows over her 360 degrees smile. I loved all her quirky clothes and beautiful accessory; Jill Taylor, the costumist, clearly did her homeworks, making Lou as colorful and unique as I did imagine her while reading the book. It also seems that the actress herself was able to pick up the accessories, earrings and stuff for her outfit making the character even more hers.


Sam Claflin acting was right on spot, I'm not just say this becouse I have a soft spot for the actor (who wouldn't?!), but having his act restricted, for this role, to his facial expressions and voice, he did a brilliant job, proving again that he can fit any role given.
There is not so much space for the second characters in the movie, although I would like to enlight Janet Mcteer for playing the role of Will's mother fantastically, only to uphold all her career's awards.

It's overall an ok movie who didn't leave up to the book, pushing in the end for a sloppy and overseen romantic comedy. where there was instead a lot to make it unique and different as it comes out of the book. I was still deeply moved by the movie, but I think It was becouse I'm really attached to the story, I mean I was already crying when I first saw the trailer, so it was an easy win.

I would definitely pick the book has the winner over the movie, there is no competition!

What do you think? Which did you like best, movie or book?

Want a chance to win the sequel to Me Before You, After You by Jojo Moyes? Enter HERE the free giveaway, closing on 25th September.

ITALIANO:

Ho amato moltissimo il romanzo di Jojo Moyes, mi ha fatto piangere fiumi interi perciò non mi aspettavo nulla di meno dal film!

E' uscito nelle sale statunitensi il 3 giugno, ma abbiamo dovuto aspettare fino al 1 settembre qui in Italia.
Con come protagonisti Emilia Clarke, famosa soprattutto per aver mostrato quasi tutto di lei nell'acclamata serie tv Trono di Spade, e il brillante Sam Claflin, che è apparso in alcuni dei miei franchising cinematografici preferiti, quali: Hunger Games, Love,Rosie, Posh e ancora nella mini serie I Pilastri della Terra, questo film insieme ad una fantastica colonna sonora, degli Imagine Dragons, si presentava stellare.

L'adattamento cinematografico del romantico libro di Jojo Moyes è diretto da Thea Sharrock, che ha scelto una direzione piuttosto sempliciotta per le riprese. L e tecniche sviluppate nel fim sono banali, non mostrano nulla di nuovo, e oltretutto le transazioni tra una scena e l'altra risultano rigide, a parte per l'ultimo cambio di scena, dove si passa dalla scena finale di Will a Lou a Parigi in maniera fluida e naturale, grazie all'ingegnoso uso di una foglia cadente, dando così un tocco poetico al film, molto bello. Mi ha ricordato in parte la piuma che vola del film Forrest Gump.

Per quanto riguarda il contenuto, il film rimane fedele al libro, non ho notato grandi cambiamenti, oltre alle scene tagliate, per l'ovvia ragione che è impossibile far stare un intero libro in un ora e mezza di film, quindi possiamo chiudere un occhio e perdonarli. Anche la caratterizzazione dei personaggi è stata mantenuta. Lou con il suo eterno sguardo positivo alla vita, è stata interpretata molto bene da Emilia Clarke, anche se penso che abbia un tantino esagerato con l'espressioni facciali. E' riuscita a mettere in ombra il sorriso di Julia Roberts sfoderando una dentatura di 360 gradi. Ho aprezzato tutti i suoi eclettici vestiti ed accessori; Jill Taylor, la costumista, ha fatto un ottimo lavoro, rendendo il guardaroba di Lou eccentrico e colorato come me lo ero immaginato. Sembra oltretutto che l'attrice sia stata libera di scegliere gli accessori da abbinare ai suoi abiti, personalizando ancora di più il suo personaggio.
Il ruolo di Will calzava a penello a Sam Claflin, e non lo dico solo per il mio debole per l'attore, ma dovendo restringere la sua recitazione a voce e espressioni facciali ha fatto un ottimo lavoro, dimostrando di essere molto versatile.
Non viene dato molto spazio hai personaggi secondari nel film, ma mi sento di evidenziare la performance di Janet Mcteer, nel ruolo della mamma di Will, ritratta magnificamente, dimostra di meritarsi tutti i premi alla carriera ricevuti.

In generale è un film ok che non ha retto il confronto con il libro, riuscendo solo ad essere una commedia romantica alquanto sciatta e che ricade negli schemi tipici, l'addove c'erano tutti i presupposti per puntare a qualcosa di unico e diverso, come nel libro. Nonostante tutto mi sono commossa e ho di nuovo pianto come una lagna, ma c'è da mettere in conto che sono particolarmente legata alla storia e che ho la lacrima facile, voglio dire stavo gia piangendo la prima volta che ho visto il trailer.

Posso sicuramente proclamare oltre ogni ragionevole dubbio il libro, come vincitore di questo scontro Libro vs Film.

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto più il film o il libro?

Vuoi avere la possibilità di ricevere una copia gratuita di After You, il seguito di Me Before You di Jojo Moyes? Partecipa al Giveaway del blog cliccando QUI.

TRAILER


Commenti